Burn babies, burn!

Sul subito non ci volevo credere. Questo personaggio ha lanciato una petizione online (se volete ridere potete trovare l’originale qui) perché gli ospedali inglesi utilizzano bambini abortiti come combustibile per produrre energia elettrica, quindi pretende, manco fosse Papa Bergoglio, chiarimenti da parte del niente poco di meno che Ministero della salute britannico e relative figure di spicco della sanità inglese.Burning-BabySoltanto una persona che non abbia la più pallida idea di come vengano trattati i rifiuti ospedalieri potrebbe sparar in aria un fuoco d’artifico così luminoso.
Il materiale che esce da un ospedale può essere potenzialmente infetto, di conseguenza i rifiuti e il materiale biologico vengono considerati come tali. I feti, al pari di un tumore asportato, del sangue per un’analisi, di un arto amputato, una benda sporca o in generale qualunque cosa entrata in contatto con dei fluidi corporei (e non solo) non possono venir buttati per terra. Uno dei modi economicamente sostenibili e certi di trattare questo genere di prodotti date le quantità in gioco è, per l’appunto, l’incenerimento (leggete qui per avere un’idea di come vengano trattati più nel dettaglio). Quindi, nulla di strano che negli ospedali inglesi i rifiuti ospedalieri si mandino all’inceneritore, direttamente o meno, lo si fa anche in Italia e in qualunque altro Stato. Dimostra anche di non aver idea di come sia fatto un feto, a meno che dalle sue parti vendano bare delle dimensioni di un portachiavi: alla dodicesima settimana un feto è grande ben circa 5-6cm.

tabella-misure-feto1In caso d’interruzione volontaria della gravidanza (la maggior parte), è anche piuttosto improbabile che la paziente voglia dare sepoltura al feto, che nella “migliore” delle ipotesi sarebbe, come già detto, lungo 6cm ed apparirebbe così. Semmai, dovrebbe far riflettere come questa “petizione” online sia stata in grado di raccogliere cinquantacinquemila (55000) firme (vere o false che siano). Meditate gente, meditate! [Innominato]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...