La sindrome di Asperger

Qualche settimana fa ho guardato un film davvero bello, il cui titolo è “Adam”. No, non si tratta di Adam Kadmon, tranquilli. Il protagonista del film è un ragazzo affetto da una sindrome molto particolare: la sindrome di Asperger. Nel film vengono evidenziati molti degli aspetti che caratterizzano questo disturbo e mi ha fatto a tratti ridere, a tratti riflettere. Forse non tutti sanno che la sindrome di Asperger rientra nello spettro dell’autismo (di cui ho parlato qui) da cui prende alcuni contro, che però sono decisamente più lievi.

Hans Asperger

Il disturbo venne descritto per la prima volta dal pediatra Hans Asperger, ma i suoi scritti rimasero “nascosti” per diverso tempo in quanto, essendo in lingua tedesca, non trovarono buona diffusione. Il medico morì nel 1980, prima di veder riconosciuto il suo lavoro.

Fu infatti la ricercatrice Lorna Wing ad utilizzare per prima il termine “sindrome di Asperger” nel 1981.

PRINCIPALI PROBLEMI LEGATI ALLA SINDROME

Fra le più comuni possiamo trovare

  • Difficoltà nel relazionarsi con la società
    Questo è dovuto al modo in cui gli affetti dalla sindrome si esprimono, solitamente in modo distaccato e che può apparire saccente e irritante, il che provoca anche una difficoltà di comunicazione verbale con altri individui. Ruolo importante in questo punto è giocato dalla quasi totale incapacità di mostrare emozioni e affetto, cosa che molte persone trovano “strana” e che porta ad evitare il soggetto. Spesso chi soffre di Asperger non “riconosce” le convenzioni/norme sociali, il che lo porta ad avere comportamenti inconsueti e che continuano fino a quando non gli viene spiegato come e cosa fare in ogni situazione.
  • Schemi ridondanti e ossessivi
    Gli Asperger generalmente hanno una buona cultura e sono informati su differenti argomenti. Questo deriva dal fatto che la sindrome non riduce le capacità cognitive (anzi, spesso sono anche più intelligenti della media) e dal fatto che, durante la loro vita, essi si interessano in modo esagerato ad argomenti specifici. Questo interesse però non è unico o meglio, lo è per un breve periodo di tempo, dopo il quale subentra un nuovo interesse. Si direbbe un pro questo, non trovate? Be, in realtà lo è ma non troppo. Basti pensare che a scuola i bambini affetti da Asperger rimangono indietro proprio a causa di questo disinteresse per tutto quello che non riguardi “il momento”. Gli schemi ridondanti possono essere molteplici e sono parte integrate della vita “normale” dell’individuo. I cambiamenti non sono ben visti e possono provocare gravi stati di stress e ansia con conseguenti reazioni, anche violente.
  • Basso o nullo sviluppo di empatia cognitiva
    La carenza di empatia è un punto chiave delle relazioni e della comunicazione, che influisce pesantemente (e spesso negativamente) sulla vita degli Asperger. Con un così scarso senso dell’empatia, non ci si riesce ad impersonare nei problemi, nelle situazioni e nei discorsi delle altre persone, che porta alla non comprensione di cosa qualcuno voglia intendere. Chi soffre della sindrome, infatti, prende letteralmente in parola i discorsi: non riconosce il sarcasmo, l’ironia, i modi di dire o il così detto “leggere tra le righe”. Tutto ciò non favorisce i legami o le relazioni personali e porta il soggetto a “staccarsi” per evitare incomprensioni o risposte sgradite. Se però i segni di un particolare stato d’animo sono evidenti (ad esempio, sono triste -> piango), allora sentire cosa prova l’altra persona è più facile e comprendere/condividere il suo stato d’animo.

Va aggiunto che questi non sono tutti i problemi che possono essere causati dall’Asperger, inoltre ognuno ha una sua “forma” della sindrome, dove possono comparire tutti in modo molto evidente o in modo più lieve, oppure se ne riscontrano solo alcuni.

Qui potete trovare un elenco delle moltitudini di problemi legati alla sindrome.

LE POSSIBILI CAUSE

Attualmente, non vi sono studi che evidenziano delle cause specifiche riguardanti l’Asperger, ma si suppone che siano in gioco differenti fattori genetici e ambientali. Per maggiori e più dettagliati approfondimenti, lascio questi due articoli molto interessanti ed esplicativi. Autism.org npr.org

Personaggi noti affetti da Asperger

Dan Aykroyddanaykroyd

Attore statunitense noto per i ruoli di Elwood Blues nel film “The Blues Brothers” e Ray Stantz in “Ghostbusters”.

Daniel-TammetDaniel Tammet

Autore del libro “Nato in un giorno azzurro”, conosciuto ai più per aver memorizzato le prime 22’000 (ventiduemila) cifre del Pi Greco.

Personaggi noti sospettati di essere affetti da Asperger

Alan Turing

Alan Turing

Matematico inglese, noto per aver svolto un ruolo fondamentale nella sconfitta dei tedeschi nella IIWW grazie alla creazione di Colossus, in grado di decifrare i codici crittografati di Enigma. Morì suicida a soli 41 anni, a causa delle persecuzioni dovute alla sua omosessualità.

W. A. Mozart

Wolfgang Amadeus Mozart

Compositore austriaco di estremo talento come musicista e compositore. Globalmente riconosciuto come massimo esponente della musica classica, mostra segni di queste abilità fin da bambino (a cinque anni era già in grado di comporre pezzi suoi.

Sheldon Cooper

Sheldon Cooper

Personaggio noto della sit-com “The Big-Bang Theory”. E’ un fisico teorico e rispecchia esattamente tutti i tratti sopra descritti. Nella serie non si fa però mai riferimento alla sindrome.

[JD]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...