I Beatles non esistevano; erano ologrammi, parte di un complotto che ha causato la guerra in Vietnam

Ieri, mentre ero impegnato in altre faccende della vita, ho intercettato una discussione seguita da migliaia di persone che seguivano un noto giornalista televisivo esperto di musica e rock che accusava, insintesi, la categoria (medici e non) di chi si schiera a favore dei vaccini, prendendo come spunto di partenza una notizia sulla scarsa adesione alle vaccinazioni anti influenzali del personale sanitario. Per inciso, il tizio prima mi faceva molta simpatia, fino alle 18 di ieri pomeriggio.
Ne è scaturito un dibattito disordinato, a tratti da TSO obbligatorio, in cui alcuni (spesso medici) provavano a ricondurre alla ragione i complottisti, mentre il noto personaggio televisivo rinfocolava la dose buttando nello stesso ragionamento argomenti non inerenti per nulla come dieta vegetariana (sceltache rispetto), antibiotici (che lui dichiara di non usare da 25 anni), ignoranza-strafottenza dei medici verso l’alimentazione. Ammetto che ero dallo smartphone, ed essendo impegnato in ben altre faccende ho avuto modo di opporre una minima difesa d’ufficio, giusto perchè quel personaggio è seguito da migliaia di persone; non ho potuto dibattere inizialmente con adeguati argomenti,

conscio dell’inutilità in primis, e, comunque, del fatto che non è il luogo opportuno una bacheca Facebook.
Ad un certo punto, però, lo ammetto, mi sono sentito scoraggiato, ho capito che tutti noi (in primis il dott. Gaetano Riva) eravamo di fronte ad uno spreco di energie, e, seppure animati dal nobile scopo di evitare uno scempio della Ragione e danni alla Salute pubblica, si tratta di una partita persa in partenza. Ho augurato buona vita al rubicondo simpaticone televisivo complottista e mi sono congedato dalla discussione con un distacco iperuranico, soffocando la enorme tristezza scaturita dal constatare come l’ignoranza, sposata all’ arroganza, sia utilizzata da persone che non sanno distinguere un Virus da un pomodoro per pontificare su questioni che in un Paese Civile NON dovrebbero essere discusse. Fa ancora più male leggere, qua e là, commenti di medici che si dichiarano “anti vax” (che nome figo, sembra un Cavaliere dello zodiaco); mi chiedo dove fossero mentre i Prof. mostravano diapositive di lesioni in età pediatrica per le patologie in oggetto, mi riprometto di inviare loro email con foto d’epoca di bambini morti per non avere ricevuto quello che loro pensano sia una “libera scelta” evitabile.
Fa ridere leggere personaggi (spesso dai nomi inventati) sul web che linkano post improbabili, da cui magari possiamo desumere che i rettiliani sono tra noi, che è tutto un complotto, che il tizio è stato assassinato perchè diceva la verità, Big Pharma, Spectre, James Bond, ed altri deliri.
Mi chiedo solo : PERCHE’??
Pensate che dopo 11 anni di studi un medico diventi complice di non si sa bene quale “sistema” per iniettarvi strani liquidi che vi telecontrollano come faceva Telly Savalas con Roger Moore /007? O siamo diventati tutti dei rettiliani e, dall’esame di Farmacologia in poi i medici diventano dei mutanti dalle pupille oblunghe assetati di sangue? O, ancora, ci arricchiamo per ogni vaccino, a cascata, della serie: “Ogni puntura 20 Euro nel mio conto corrente segreto in località complottistica”? NO. Siamo persone che lavorano anche più di 70 h alla settimana, con stipendi bloccati, messi lì perchè amiamo il nostro lavoro, abbiamo passato i migliori anni della nostra giovinezza a studiare quello che è un meccanismo impossibile da decifrare ancora per la sua maggior parte: il corpo umano.
Vogliamo preservarlo dalle malattie per allungare la VOSTRA vita media e migliorare la qualità di vita, e preservare i nostri e VOSTRI figli dall’eclissi della Ragione . Vogliamo evitare che si ripetano casi drammatici quali quello che allego qui in link, che mi dà i brividi e raggela il sangue nelle vene solo a leggerne il titolo. A proposito: visto che ultimamente anche i conduttori di programmi rock televisivi sono diventati immunologi e pediatri di chiara fama, mi sento autorizzato ad inaugurare da oggi una rubrica sulla MusicaRock basata su incredibili affermazioni illogiche; il primo articolo sarà: “I Beatles non esistevano; erano ologrammi, parte di un complotto che ha causato la guerra in Vietnam”; a seguire “Mozart si è reincarnato: ecco le prove che Big Music e i giornalisti televisivi vi nascondono!!!”; sto vagliando un articolo sulle assonanza polifoniche tra gli U2 e Iva Zanicchi, ma sono prove scottanti.
LET IT BE.

P.S. L’articolo non è per nulla rivolto alle mamme e ai papà da rassicurare, ma è a loro tutela; a rassicurarli ci pensano già i pediatri di base ed una diffusa, auspicabile, coscienza scientifica. L’articolo è rivolto ad un noto personaggio televisivo che crea panico e dissemina disinformazione. La disinformazione genera non prevenzione. La non prevenzione genera malattie e morti. Lo sfottò è diretto ai complottisti. Noi siamo dalla parte delle mamme e dei papà, noi stessi siamo genitori. Il nostro scopo è quello di screditare ciarlatani che in altri paesi sarebbero arrestati. Fidatevi di chi le dice la verità e la dimostra con i numeri ed i dati; i toni di sfottò sono per i complottisti/fuffari che indicano la strada dell’ignoranza causando danni, specie ai bimbi.
Noi sfottiamo quelli, li sfotteremo a vita.

Dott. Carmelo Puglisi
Pagina FB
Osservatorio della Buona Sanità
Sito internet
Osservatorio della Buona Sanità

Advertisements

7 thoughts on “I Beatles non esistevano; erano ologrammi, parte di un complotto che ha causato la guerra in Vietnam

  1. maghi, fattucchiere, buffoni e cialtroni vari sono sempre esistiti ! questi sono quelli che si sono evoluti con l’avvento dell’informazione distribuita grazie a Internet ! ma di fatto restano dei cialtroni ! credo che la vera soddisfazione sia quando, dinanzi a un esigenza concreta, si rifugiano pure loro a gambe levate verso la vera medicina e le strutture sanitarie.

    Mi piace

    1. Hai ragione, sono sempre esistiti, ma di questi tempi la cosa è più frustrante per almeno tre motivi.
      1) L’accesso alla conoscenza e alle fonti scientifiche non è mai stato così facile; sembra invece che la scuola, l’informazione di giornali e TV (decenni di Piero Angela – sia detto con stima) o la stessa rete siano stati e sono inutili.
      2) La diffusione di tali idee pseudoscientifiche è, ahi noi, resa più facile proprio dai mezzi di cui sopra.
      3) Il potere politico è purtroppo sensibile, per ragioni populistiche, a tali tendenze: casi stamina, abolizione obbligo vaccini e sperimentazione animale. Quasi rimpiango quando i Re fondavano accademie scientifiche e principi si circondavano di Leonardo, Michelangelo e, seppure con prudenza, proteggevano Galileo.

      Liked by 1 persona

  2. Hai mai letto la teoria della montagna di merda? È inutile discutere coi complottarihttp://www.keinpfusch.net/2014/11/la-teoria-della-montagna-di-merda.html?m=1

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...