Serendipity, quando il caso fa la scoperta.

Vi è mai capitato di cercare qualcosa in un cassetto ma trovare, incredibilmente, un oggetto che pensavate di aver perso?

Ovviamente questa inaspettata scoperta vi riempie di emozione e di felicità.

Esiste un neologismo per indicare questa sensazione: serendipità o, in inglese, serendipity.

SerendipityIl termine deriva da una fiaba persiana che parlava dei re di Serendip, l’antico nome dello Sri Lanka in persiano, che riuscivano a compiere scoperte grazie a momenti fortuiti e grandi colpi di arguzia.

La ricerca scientifica è piena di esempi di serendipità, scoperte frutto del caso, ma ovviamente, anche nella genialità di saper cogliere quello che, rispetto all’obiettivo fissato, è un fallimento. Vediamone alcuni.

1) La penicillina di Fleming:

FlemingÈ sicuramente il più famoso caso di serendipità. Alexander Fleming, nel 1928 trovò qualcosa di strano nelle sue colture batteriche dopo essere ritornato da una vacanza. Una delle capsule presentava uno strano alone bianco all’interno del quale le colonie batteriche inoculate non crescevano. Era il prodotto di una muffa “scampata” alla disinfezione della capsula, che inibiva la crescita dei batteri. Fleming capì la potenzialità di questa scoperta e iniziò le ricerche che portarono alla produzione del primo antibiotico efficace contro numerosi batteri.

2) L’anestesia:

Horace_Wells_2Prima dell’invenzione dell’anestesia i pazienti chirurgici pativano vere e proprie pene dell’inferno. Spessissimo il malato, trattenuto a mano o con delle cinghie e stordito con alcolici, finiva con lo svenire dal dolore ma a volte lo shock era tale da causarne la morte. Nella prima metà dell’Ottocento era molto in voga utilizzare durante le feste come forma di intrattenimento alcune scoperte scientifiche: c’era chi distruggeva diamanti con la luce concentrata del Sole e chi utilizzava protossido di Azoto per scatenare risate incontenibili. Durante una di queste feste, nel 1844, Horace Wells, medico e dentista, vide uno degli invitati sotto evidente “ubriachezza” da protossido di Azoto urtare violentemente una sedia e farsi una profonda ferita. L’invitato sembrava non accorgersene. All’intuizione seguì un esperimento dove lui stesso si faceva estrarre un dente in anestesia. La medicina aveva compiuto una grandissima svolta grazie a questa scoperta. Purtroppo Wells non ebbe fortuna in quanto alla dimostrazione pubblica utilizzò meno gas del previsto (il gas provocava risate non consone per una dimostrazione scientifica) ed il paziente si mise ad urlare alla prima incisione. Il medico fu accusato di imbroglio e cadde in una depressione che lo spinse ad abusare delle sostanze anestetiche su cui studiava, stravolgendo completamente la sua psiche. Morì infatti suicida dopo aver aggredito delle prostitute con l’acido, recidendosi la femorale (ma anestetizzandosi prima con il cloroformio).

3) La dinamite:

nobel-alfredPrima della scoperta della dinamite veniva usato come esplosivo nelle miniere la nitroglicerina, un liquido altamente instabile. Lavorare e trasportare questa sostanza era molto pericoloso e Alfred Nobel lo sapeva molto bene (il fratello era morto in seguito ad un’esplosione di nitroglicerina in laboratorio). Per il trasporto della sostanza esplosiva, Nobel decise di usare segatura e sabbia per tener fermi i contenitori all’interno di una scatola ma durante il riempimento uno dei contenitori si ruppe: non successe nulla. Nobel vide che la segatura e la sabbia imbevute di nitroglicerina rendevano più stabile la sostanza. La pericolosissima nitroglicerina era stata trasformata in un prodotto decisamente più stabile e sicuro: la dinamite.

4) LSD:

220px-Albert_HofmannIl 19 Novembre 1938 il chimico Albert Hofmann stava studiando alcuni alcaloidi di ergot, un fungo parassita della segale, per trovare nuove molecole utili a livello farmacologico. Una goccia dell’estratto cadde inavvertitamente sulla mano provocando nel chimico giramenti di testa e forti allucinazioni. Hofmann racconta di aver “visto un flusso ininterrotto di immagini meravigliose, forme straordinarie con un intenso gioco caleidoscopico di colori”.

Il giorno successivo il chimico decise di assumere volontariamente circa 250 µg di LSD prima di tornare a casa in bicicletta. La dose era circa un ordine di grandezza superiore alla dose minima efficace e le allucinazioni derivate furono molto potenti. Nel libro “Il mio bambino difficile” Hofmann descrive quel giorno, conosciuto come “Bicycle Day”, in modo molto dettagliato.Bycicle day

5) Il color malva:

perkinOvviamente non intendo il colore in se, ma la prima tintura sintetica.

Il diciottenne William Henry Perkins cercava di sintetizzare, in seguito alla sfida fatta dal suo professore, un vaccino antimalarico. Dopo numerosi fallimenti si ritrovò a dover pulire la vetreria utilizzata quando, rimuovendo un precipitato scuro da uno dei contenitori, vide il panno imbevuto di alcool tingersi di uno sgargiante color malva. Il colorante malva, chiamato mauveina, divenne molto popolare e forgiò il successo di Perkins come chimico alla Royal Society.

 

 

6) La saccarina:

saccharin_figure1_fahlbergAnche questo dolcificante fu scoperto per caso. Il chimico Constantin Fahlberg scoprì la sostanza dopo aver mangiato un panino dopo essere stato in laboratorio. Il panino era incredibilmente dolce e il sapore non veniva percepito dalla moglie, quindi Fahlberg sospettò si trattasse di una sostanza presente sulle sue dita. Effettivamente anche le dita presentavano il sapore. Le dita erano sporche di uno dei composti presenti in laboratorio, un derivato dell’ossidazione del toluene, per i suoi studi sul catrame di carbone. La saccarina, così scoperta, divenne un dolcificante essenziale durante il razionamento dello zucchero durante la Prima Guerra Mondiale ed il suo consumo crebbe anche come alternativa allo zucchero nelle diete in quanto con un potere dolcificante enorme rispetto alle calorie irrisorie.

7) Il Viagra:

imagesEbbene si. La famosa pillola blu è il prodotto di un caso.

Inizialmente il Sildenafil, principio attivo del Viagra, era studiato per il trattamento dell’angina pectoris, un disturbo causato dalla scarsa ossigenazione del cuore che provoca dolori retrosternali, ma con scarsi risultati. Gli effetti avversi erano invece decisamente… visibili. Dopo essere stato brevettato nel ’96 fu messo in commercio come farmaco per trattare le disfunzioni erettili. Studi recenti dimostrano la sua efficacia anche per altre patologie come l’ipertensione polmonare idiopatica o addirittura per l’obesità (sebbene gli studi in questo ultimo campo sono ancora ai primordi).

Come abbiamo visto in questi esempi, il caso è un elemento fondamentale della scoperta. Ma ricordiamoci che dietro al caso deve esserci sempre una mente acuta ed un’intuizione arguta per fare di un errore una scoperta. Immaginate se Fleming avesse semplicemente buttato una delle sue colture in quanto contaminata!

Per finire vi lascio una fantasiosa definizione che sicuramente vi farà meglio afferrare il significato e l’importanza della serendipità nella ricerca, come simbolo della massima intelligenza dell’uomo che si eleva al di sopra del caso per imbrigliarlo ai suoi scopi, ad opera del biomedico americano Comroe:

«La serendipità è cercare un ago in un pagliaio e trovarci la figlia del contadino.»

[SA]

Advertisements

One thought on “Serendipity, quando il caso fa la scoperta.

  1. Aggiungerei anche la scoperta dell’aloperidolo. Fu scoperto da Jassen durante i suoi studi sugli antidolorifici oppioidi. Una di queste molecole era l’aloperidolo che é un scarso antidolorifico ma un ottimo antipsicotico. Infatti ne diverrà il farmaco d’elezione nel trattamento delle psicosi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...