Funghi, bicarbonato e cancro: la “cura” Simoncini.

Esatto, oggi parleremo della fantomatica “cura” a base di bicarbonato dell’ex medico Tullio Simoncini.

Il fondamento della “cura”, secondo Simoncini, è il seguente: il cancro (tutti i tipi di cancro vengono raggruppati in un’unica malattia) è causato da un fungo, la Candida albicans, che forma una grossa colonia a forma di massa circondata da tessuto infiammato, si diffonde tramite contagio tra persona e persona e può creare metastasi che altro non sono che frammenti della colonia originaria che si staccano e finiscono nel flusso sanguigno. L’unica cura realmente efficace, ovviamente per lui, è il bicarbonato di sodio che, se iniettato, scioglierebbe il tumore come “l’acqua calda sul ghiaccio”. Numerosissimi pazienti dicono di essere stati guariti addirittura in pochi giorni di trattamento.

Il fantomatico (ex) medico afferma di avere successo nel 99% dei casi non terminali e del 90% nei tumori terminali. Una percentuale di successo incredibile!

Incredibile si, perché, come per tutta la sua teoria, a questi dati non ci si può proprio credere.

Ogni principio su cui si basa la “cura” è non solo errato a livello medico ma anche supportato unicamente dalla parola di Simoncini.

Ecco quindi, un elenco, con relativa spiegazione, di tutte le falsità della “cura”:

1) IL cancro: l’affermare che tutti i tipi di tumori sono uguali è una cosa comune nelle pseudomedicine. Tutti i ciarlatani che affermano di poter curare il cancro parlano sempre del cancro come una malattia unica, con origine, sviluppo e caratteristiche uguali. Oggi sappiamo che non è così, i tumori sono anche molto diversi tra loro (basti pensare ai tumori solidi e a quelli del sangue) sia come caratteristiche che come trattamento da utilizzare (ad esempio la chemioterapia è molto efficace nelle leucemie, mentre lo è poco nei tumori ossei). Anche nei tumori che colpiscono un organo preciso ci possono essere differenze sostanziali. Simoncini inoltre fa distinzione di efficacia del suo trattamento nei tumori del sangue ed in quelli ossei, dove pare che la “cura” sia scarsamente utile. Ma come? Prima dice che tutti i tumori sono uguali ed ora no?

Candida albicans.
Candida albicans.

2) Le colonie di Candida albicans sono il cancro: questa spiegazione è avvalorata unicamente dalle parole di Simoncini. Nessun esame, nessuno studio e nessun referto convalidano questa idea. Lo stesso Tullio Simoncini dice di non aver mai effettuato un esame che evidenzia questa affermazione. L’ex medico grida al complotto (ma dai…) dichiarando che i medici non esaminano mai la massa tumorale e che quindi non ne vedono la vera natura. Questo è falsissimo, in quanto la biopsia (o l’esame istologico del tumore asportato) è un esame utilissimo e fondamentale in questi casi. L’interno del tumore viene sempre osservato ed analizzato in quanto fornisce dati utilissimi per la lotta alla malattia. Ma da dove viene quindi questa idea? Semplice: Simoncini dice che il colore chiaro dei tumori è la prova che essi sono colonie di Candida albicans (che si chiama così proprio per via del colore chiaro delle colonie, il mughetto che viene spesso ai neonati è causato proprio da un’infezione di questo fungo). Peccato che anche questo non sia vero. E’ vero che alcune masse tumorali si presentano di colore chiaro, ma le cause sono ben conosciute (la degenerazione del tessuto, la calcificazione o lo scarso afflusso di sangue possono rendere effettivamente alcuni tumori più chiari). Inoltre moltissimi tumori si presentano invece di colore scuro (basti pensare ai tumori della pelle). Le infezioni fungine sono effettivamente comuni in pazienti con tumore, ma sono a causa di un sistema immunitario debole e provato che lascia spazio ad infezioni opportuniste (come spesso la Candida è).

3) Il fungo si propaga nel sangue e si diffonde per contatto: Per l’ex medico il tumore si trasmette per contagio da persona a persona in quanto la Candida lo fa. Ovviamente nessuno studio avvalora questa cretinata. Anche il fatto che le metastasi sono colonie staccatesi dalla “colonia madre” è un’idea di Simoncini che non fornisce nessuna spiegazione dell’eventuale meccanismo dietro questo tipo di diffusione.

4) Il bicarbonato distrugge il tumore: Simoncini afferma che bicarbonatol’ambiente basico ottenuto tramite iniezione (si, il bicarbonato viene iniettato tramite cateterini posizionati nei pressi della massa tumorale…) di soluzioni di bicarbonato impedisce lo sviluppo della colonia e distrugge quelle presenti. Anche qui nessuno studio conferma quello che dice il ciarlatano.

5) Numerosissime testimonianze di pazienti guariti: Da qui ci si rende conto dell’effettiva consapevolezza e intenzionalità dell’opera di Simoncini. Fino ad oggi nessuna, e ripeto nessuna, testimonianza si è rivelata vera. In molti casi, dopo il rifiuto da parte dei pazienti del trattamento medico vero consigliato in ospedale dagli oncologi, Simoncini propone le iniezioni di bicarbonato associandole al trattamento proposto dai medici veri. L’efficacia dell’intervento medico viene quindi offuscata dal trattamento che sembra così funzionare. Il paziente si convincerà quindi che la “cura” Simoncini funziona. Questo modo di procedere è molto diffuso tra i ciarlatani in quanto il successo è assicurato. E’ nei casi rimanenti che Simoncini si rivela per quello che è, un truffatore che della salute dei pazienti gli importa meno che niente. Ad un’analisi più attenta (magari effettuata da chi ha occhio) i referti e i risultati degli esami diagnostici risultano…falsi!

Ebbene si, alcune TAC e radiografie sono state addirittura manipolate digitalmente per dimostrare guarigioni inesistenti. Qui, ad esempio, si possono vedere due radiografie al torace prima e dopo il trattamento con bicarbonato.

polmone1
Primo RX.
polmone2
Secondo RX, dopo le infusioni di Simoncini.

 

Notate nulla di strano? La parte destra dell’immagine è esattamente uguale in entrambe le lastre, cosa impossibile. Questo significa che la parte sinistra è stata brutalmente aggiunta alla vecchia lastra con un computer! In altri casi l’ex medico mostrava direttamente immagini di zone differenti dove il tumore non si era ancora espanso facendo credere di star mostrando la stessa zona dell’esame precedente (“trucchetto” molto semplice da fare per le TAC che mostrano sezioni di corpo, basta prendere la sezione più alta o più bassa rispetto a quella malata per ingannare chi non ha occhio).

Sicuramente avete notato che nell’articolo mi riferisco a Tullio Simoncini come ex medico. Il ciarlatano era effettivamente un medico (anche se non aveva mai lavorato in ospedale) che in seguito al suo “operato” è stato radiato. Purtroppo la radiazione dall’albo non è stata l’unica condanna. Dico purtroppo perché Simoncini è stato condannato per omicidio colposo in seguito della morte di tre persone che si erano affidate alle sue “cure”. Anche in questo caso,quindi, ci troviamo di fronte non solo ad un truffatore (che arrivava a farsi pagare 40000€ per due infusioni), ma anche ad un uomo spregevole che non si ferma neanche di fronte alla morte dei suoi pazienti. Anche se ha subito la condanna per soli tre decessi, tutti i pazienti trattati con il metodo Simoncini sono deceduti inseguito all’avanzare della malattia. Di fronte alla morte l’ex medico voltava le spalle alla famiglia del paziente, cercando di eliminare ogni testimonianza avversa alla propria in modo da avere sempre un folto gruppo di “fedeli” ai suoi metodi.

Simoncini dopo aver scontato la pena di soli quattro anni e quattro mesi per omicidio colposo e truffa, fugge dall’Italia, cercando altri paesi dove professare liberamente la sua ciarlataneria (ottenendo anche altri processi e condanne). All’estero Simoncini si presenta come un oncologo di fama, ma in realtà al suo attivo ha solamente convegni (come partecipante, mai come relatore) decisamente fuffari, promossi da ufologi, guaritori ed altri ciarlatani.

Nonostante le condanne Simoncini continua ad operare anche in Italia seguito da un folto gruppo di seguaci che promuovono i suoi metodi.

Ancora una volta noi possiamo solo provare a mettere in guardia da questi sedicenti guaritori che vantano di possedere cure miracolose e dicono di essere perseguitati da complotti ai loro danni da parte della medicina ufficiale ma che in realtà tra le mani tengono solo i soldi dei precedenti truffati.

La scelta finale, come sempre, sta a voi.

[SA]

Annunci

4 thoughts on “Funghi, bicarbonato e cancro: la “cura” Simoncini.

  1. Tutto l’articolo è basato su sentito dire e copia e incolla del web . Ora io sono una testimone e ho pubblicato tutti i documenti del prima e del dopo la cura contro un cancro , con il metodo Simoncini, un vero medico che dice la verita’ contro la lobby del farmaco che avvelena, e per questo è stato radiato . Siete curiosi di sapere la verità ?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...